martedì 16 aprile 2013

venerdì 5 aprile 2013

Dalla lettura all'esperienza personale. Il tema del bullismo. Dai bulli "reali" ai bulli virtuali (cyberbulli)


Il tema della lettura fatta a più voci ha creato interesse sul tema del bullismo e del cyberbullismo.






















Dalla lettura, dunque,  siamo passati a discutere di un tema non sempre sufficientemente noto e che necessita di approfondimento: il bullismo on line.

La discussione è partita dalla visione di http://it.wikipedia.org/wiki/Cyberbully

Per approfondire:

Leggere per comprendere: varie forme di bullismo

Oggi abbiamo realizzato la registrazione audio di una lettura a più voci da  CI SIAMO NOI A DIFENDERTI di Emma Di Zara (da IL NARRATORE 1 VOLUME di Rosetta Zordan) clicka per ascoltare!

Abbiamo poi suddiviso in sequenze il testo e creato una rappresentazione grafica.




METTITI ALLA PROVA!

Dopo l'ascolto del testo prova a mettere in ordine le sequenze:

1- Lettera __
2- Lettera __
3- Lettera __
4- Lettera __
5- Lettera __
6- Lettera __
7- Lettera __
8- Lettera __

Verifica le tue risposte! Qui




martedì 26 marzo 2013

Il calendario fino alla fine degli incontri

Non mancate :)

Il tutor!

Arricchire il vocabolario

Le parole nuove di oggi!


Durante la lettura dei testi proposti abbiamo imparato ad utilizzare:

Tergo

Vocabolario on line
tèrgo s. m. [dal lat. tergum] (pl. -ghi; nel sign. 1 anche le tèrga e, ant., le tèrgora), letter. – 1. Dorso, schiena: quella turba Che se ne va di retro a’ vostri terghi (Dante); anche di animali: a un elefante il tergo Preme così come si suol destriero (T. Tasso); strisciando ... Con le cerulee sue squamose terga (Caro); voltare le terga (o il t.), volgere le spalle, con atteggiamento ostile o di sprezzo (E se i duri mortali A lui voltano il tergo ..., Parini), o per fuggire; in questo secondo sign. anche dare il t. (E ’l vide ... al dolce albergo Dar, frettoloso, fuggitivo il tergo, T
Leggi tutto

Redarguire

Vocabolario on line
redargüire v. tr. [dal lat. redarguĕre, comp. di red- e arguĕre «dimostrare, confutare, accusare»] (io redarguisco, tu redarguisci, ecc.). – 1. ant. Argomentare contro: E sempre la ragion redarguendo, Ch’in contrario Ruggier gli potea dire (Ariosto). 2. Rimproverare, riprendere con serie ragioni e piuttosto aspramente, e in genere a voce.
Leggi tutto

Dicitura

Vocabolario on line
dicitura s. f. [der. di dire, dicere]. – 1. letter. La forma di un discorso o di uno scritto, soprattutto per ciò che concerne la scelta e la collocazione delle parole: d. chiara, semplice, ornata, elegante. 2. Oggi, comunem., l’insieme delle parole che costituiscono una frase isolata autonoma (per es., la didascalia posta sotto una figura, l’insegna di un negozio, un avviso al pubblico, ecc.): cambiare una d.; una targhetta con la d. «non parlate al conducente».
Leggi tutto


venerdì 8 marzo 2013

Uso della rete per rafforzare le competenze

Ritieni che la rete internet possa aiutarti a consolidare/potenziare le tue competenze linguistiche nella lingua madre?
Come? Perché?
Posta il tuo commento!

venerdì 1 marzo 2013

Perché V.U.L.C.A.N.O.?

V.U.L.C.A.N.O. è un acrostico...

Cos'è un acrostico?
Un acrostico (dal greco tardo ἀκρόστιχον, composto di ἄκρον, «estremo» e στίχος, «verso») è un componimento poetico in cui le lettere o le sillabe o le parole iniziali di ciascun verso formano un nome o una frase.

Quale frase, secondo te, si nasconde dietro V.U.L.C.A.N.O. ?
Posta la tua risposta!